Speaker

Giuseppe Scionti

Imprenditore, inventore, CEO di Novameat

Giuseppe Scionti è un imprenditore del tech, un inventore e un ricercatore in tema di bioingegneria e in particolare di food tech. Dopo la Laurea in Bioingegneria al Politecnico di Milano prosegue la sua formazione accademica fino al Dottorato di Ricerca conseguito con lode nel 2014 all’Università di Granada. Le sue attitudini e la sua formazione si concretizzano definitivamente nel 2018 grazie a Novameat, di cui è fondatore e CEO. Infatti, già nel 2019 è passato alle cronache internazionali – assieme a Novameat stessa – come l’inventore del primo sostitutivo della carne stampato in 3D a partire da cellule vegetali, che gli è valso anche l’entrata nei “Nove innovatori da tenere d’occhio nel 2019” secondo il magazine ufficiale della Smithsonian Institution di Washington D.C..

Maria Teresa Ferretti

Chief Scientific Officer di Women’s Brain Project

Partita dalla Sardegna e formatasi poi in tutto il mondo, Maria Teresa Ferretti è una neuroimmunologa con oltre 10 anni di esperienza nel campo della ricerca sull’Alzheimer. Ottiene nel 2011 il PhD in Farmacologia e Terapia Farmacologica alla McGill University di Montreal, dopo aver svolto un periodo di ricerca e praticantato presso il Centro d’Eccellenza per la Scoperta di Farmaci della GlaxoSmith&Kline, in Inghilterra. Nelle sue ricerche, Maria Teresa si occupa di scoprire i biomarcatori del declino cognitivo e dell’Alzheimer, di modo da aumentare la capacità di prevederne l’incidenza negli individui. Nel 2016 è diventata co-fondatrice del “Women’s Brain Project”, non-profit che studia e sensibilizza sulle specificità dei due sessi in materia di malattie cerebrali e mentali e, più in generale, sul tema della medicina di genere.

Barbara Carfagna

Giornalista, autrice e conduttrice

Figlia d’arte, in una prima vita sembra destinata alla musica, tra il suono del violino e il canto nei cori di Nora Orlandi, con incisioni per Rai e RCA. Nel 1994 però, inizia la carriera giornalistica per non fermarsi più. Realizza reportage in tutto il mondo per TV7 e gli Speciali del TG1, che per un periodo arriva anche a condurre. Dal 2009 inizia a occuparsi dell’impatto del digitale sull’uomo e le società, realizzando reportage nei contesti tecnologicamente più avanzati al mondo e incontrando personalità del calibro di Eugene Kaspersky, Yuval Noah Harari e Zygmunt Bauman. Dal 2017 è conduttrice di “Codice: la vita è digitale”, programma di approfondimento in seconda serata sulle società digitali, il web e la tecnologia, nonché la prima trasmissione Rai sull’Era di Internet.

Eugenia Carfora

Professoressa e Preside dell'Istituto Morano a Caivano, Napoli

Eugenia Carfora è la dirigente scolastica dell’Istituto professionale Morano, nella periferia Nord di Napoli, dove la camorra è padrona di tutto ciò che muove denaro, opportunità e persone. Per i suoi meriti le è stato conferito il titolo di Commendatore Ordine al Merito della Repubblica italiana il 19 settembre 2012. Il suo modo di intendere la scuola è quello dell’educazione alla bellezza delle piccole cose, del valore di orari, ritmi, cultura e rispetto in una società civile e regolata. I suoi ragazzi vengono educati per diventare portavoce di un’alternativa alla società monopolizzata dalla camorra, un’alternativa presente nelle famiglie, nelle istituzioni e sulla strada – dove purtroppo, spesso, i ragazzi si ritrovano a incontrare cattivi maestri.

Elena Lavezzi

Southern-europe Manager Revolut, fintech expert

Per presentare Elena Lavezzi basterebbe dire che è la prima e unica italiana ad aver lavorato in almeno tre “unicorni”, termine usato per indicare le startup che arrivano a sfondare il tetto del miliardo di dollari quando ne si quantifica il valore di mercato. Ma Elena Lavezzi, a poco più di 30 anni, è molto di più: pioniera tecnologica che ha aperto l’Italia all’espansione di Uber e che oggi gestisce l’espansione in tutto il Sud-Europa di Revolut, startup che punta a essere l’Uber del Fintech; pioniera umanitaria che ha co-fondato la sezione italiana di Unicef NextGen, orientata al fundraising umanitario attraverso i canali più all’avanguardia; pioniera sociale perché giovanissima donna manager affermata a livello mondiale nel settore tech – tradizionalmente dominato dagli uomini. Come ama definirsi lei, una “early adopter” capace di aprire nuove strade, vedere nuove opportunità e lanciarsi a capofitto nelle novità prima di molti altri.

Roberto Olivi

Direttore Relazioni Istituzionali e Comunicazione BMW Italia

Roberto Olivi rappresenta una curiosa intersezione tra un letterato e un manager di successo: laureato in Lettere Moderne, passa vent’anni a scalare le posizioni negli uffici dei più grandi brand dell’automotive, da Ferrari a BMW passando per Mini. Ma la passione per la letteratura non lo abbandona mai, perché – come Italo Calvino – crede che tutti noi non siamo altro che la combinazione di esperienze, informazioni, libri letti e scenari immaginati. Per questo nel 2018 sceglie di dare anche il suo contributo, pubblicando “La comunicazione è un posto dove ci piove dentro. Perché i libri salveranno il marketing”, con prefazione dell’amico e cantante Lorenzo Jovanotti.

Tony Gallo

Street artist

Tony Gallo è nato a Padova nel 1975, dove ancora oggi vive e lavora. Il suo percorso artistico comincia come musicista in una band Nu-Metal, ma nel 2008 il mondo della pittura entra prepotentemente nella sua sensibilità dopo anni in cui il disegno era rimasto solo una passione. Questa passione diventa vocazione, che Tony traduce su muro e tela cercando sempre una visione puramente emotiva delle sue opere. Nella sua arte l’essere umano diventa natura, prendendo le sembianze di animali o alberi, ma mantenendo i sentimenti, le emozioni e i valori propri dell’uomo: le sue figure oltrepassano la realtà e cambiano le apparenze.

Bermuda Acoustic Trio

Gruppo musicale

I Bermuda Acoustic Trio sono un un gruppo musicale italiano che dal 1995, anno di fondazione, al 2019 vanta più di 4500 concerti in Italia e all’estero e 55.000 CD venduti all’interno degli spettacoli – il tutto senza avere mai sottoscritto contratti con etichette discografiche. Questa libertà permette loro di avere un repertorio dove trova spazio qualunque genere musicale, dal pop al rock, dal jazz al blues passando anche per il classico, in spettacoli basati su un alto grado di improvvisazione per regalare agli spettatori una performance unica e irripetibile.

Gian Luca Comandini

Imprenditore, Consulente del MISE, Professore, Membro del 100Forbes Under30 e del MENSA International

Romano classe 1990, Gian Luca Comandini cresce con rigide impostazioni tradizionaliste e cattoliche unite alla passione per la finanza, i libri e i numeri. A 18 anni ottiene la Maturità Classica, per poi dedicarsi a Economia e Management all’Università. A 23 anni fonda “You & Web“, una società di pianificazione di strategie virali di marketing digitale e web reputation tra le più conosciute in Italia, specializzandosi – nel frattempo – nella psicologia di massa applicata ai social network.
 Da più di tre anni tiene un corso di Web e Social Media Marketing presso l’Università Sapienza di Roma, oltre a essere un appassionato divulgatore e studioso di criptovalute e tecnologia blockchain. Nel 2019 diventa membro del Mensa International, associazione che raccoglie persone con un quoziente intellettivo superiore al 98% della popolazione mondiale, e sempre in quest’anno entra nei 100 under 30 italiani più influenti secondo Forbes. Il suo sogno più grande è quello di istituire il primo Ministero dell’Innovazione in Italia, per trascinare il Paese verso una crescita socio-economica senza precedenti.

Giusy Versace

Atleta paralimpica

Il 22 agosto 2005, Giuseppina Versace – per tutti semplicemente “Giusy” – è una 28enne di belle speranze con una carriera sulla rampa di lancio. Quel giorno però la sua vita cambia completamente: durante una delle tante trasferte di lavoro, ha un terribile incidente automobilistico nel quale perde entrambe le gambe. A questo punto, Giusy decide di riscrivere la propria vita. Dopo un anno e mezzo cammina di nuovo e torna a lavorare; nel 2007 è di nuovo al volante; nel 2010 sceglie di correre, e diventa la prima atleta italiana della storia a correre con amputazione bilaterale. In 7 anni di attività, Giusy colleziona ben 11 titoli italiani, 2 piazzamenti europei, e diversi record nazionali sui 60, 100, 200 e 400 metri. Nel 2016 arriva a coronare il suo sogno, partecipando alle Paralimpiadi di Rio ed entrando in finale nella gara dei 200m. Oltre a vincere, inizia a lanciare messaggi positivi, invitando chi vive delle disabilità a non nascondersi, a non vergognarsi e ad avvicinarsi allo sport.

Mario Paganessi

Fondatore, Presidente e Direttore Generale della Fondazione Oltre il Labirinto

Mario Paganessi, nato a Pisa ma trevigiano d’adozione, è da oltre 30 anni nel management di multinazionali italiane ed estere, tra le quali si contano anche FCA Group, Fininvest e Ligabue Group. Tuttavia la sua mente tanto esperta quanto vulcanica trova la sua massima espressione nell’amore per il figlio autistico di 17 anni e nella onlus “Oltre il Labirinto”, con cui dal 2013 sviluppa progetti d’impresa che generino utili da reinvestire in ambito sociale e che al contempo permettano di includere nel mondo del lavoro persone con autismo. Così nascono progetti brevettati come “HUGBIKE” – di cui un esemplare è stato donato anche al Papa – o “Fondente, il Gelato che Scioglie il Cuore”.

Enzo Cursio

Coordinator of Fao, Nobel Alliance for Peace and Food Security

Enzo Cursio è un giornalista e un attivista per i diritti umani di fama mondiale. La carriera l’ha portato dalla sua Basilicata agli uffici romani della FAO, passando per incarichi istituzionali nei governi Ciampi e Prodi e missioni di Pace come mediatore in Iraq e nei Paesi dell’Africa Sub-Sahariana. Oggi è coordinatore degli ex premi Nobel per la Pace all’interno della FAO Nobel Alliance for Food Security and Peace. Proprio gli ex Premi Nobel per la Pace hanno scelto di sostenere la sua candidatura al Nobel per la Pace 2018, sapendo del suo lavoro sottotraccia contro il conflitto tra le due Coree, della sua promozione di colloqui di pace e disarmo nucleare, e infine dell’idea di far nascere in Basilicata un campo profughi per i bambini attraverso la Fondazione “Città della Pace”.

Nicolò Balini

Viaggiatore, youtuber, creatore del canale Human Safari

Nicolò Balini è un fotografo e videomaker di 28 anni, bergamasco di nascita ma figlio del mondo per adozione. Nicolò infatti crea video per raccontare su Youtube le sue avventure intorno al mondo: ha aperto il suo canale “Human Safari” nel 2012 e oggi è diventato un punto di riferimento per il settore travel della piattaforma, con più di 800.000 utenti iscritti. La combinazione di passione, capacità e curiosità l’hanno spinto a creare anche un tour operator per portare in viaggio con sé i propri iscritti. Collabora con enti del turismo, compagnie aeree e realtà legate al mondo travel, ma continua a viaggiare per pura passione quando non viaggia per lavoro. Ha tolto lo zaino dalle spalle solo una volta negli ultimi anni, ed è stato per portare la torcia olimpica in occasione delle Olimpiadi Invernali di PyeongChang 2018.

Giovanni Mori

Attivista FridaysForFuture Italia

Laureato in ingegneria ambientale a Brescia e master in Energy Engineering tra Trento, Bolzano e l’EPFL (Politecnico di Losanna). Nella sua tesi elabora le strategie per provare a rendere il campus dell’EPFL (15 mila persone) il primo al mondo a emissioni nette zero di CO2. Scopre che le strategie non bastano ad arrivare a 0 netto, ma gli si apre un mondo.
Tornato in Italia a febbraio, aiuta a fondare il movimento Fridays For Future Brescia, che per più volte ha fatto scendere in piazza più di 15mila persone – più di un 1 milione in tutta Italia il 27 settembre.
Da sempre appassionato di comunicazione e video, si dedica alla divulgazione inusuale come content creator per Fridays For Future Italia sulle piattaforme social.