Speaker

Oscar Farinetti

Presidente Eataly

Creatore di Eataly, primo supermercato dedicato all’alta qualità italiana. In dieci anni ha aperto 40 punti vendita, di cui 22 in Italia e 18 all’estero: 4 negli USA, 2 in Giappone e altrettanti in Dubai, poi a Mosca, Istanbul, Rhiad, Dhoa, Seul, San Paolo, Monaco, Stoccolma ed entro la fine del 2018 aprirà a Parigi e Las Vegas. A partire dal 2019 Eataly si quoterà in Borsa per diventare “una public company globale e rappresentare l’italian lifestyle con ancora maggior forza”. Il suo ultimo nuovo progetto è FICO Eataly World, inaugurato a Bologna il 15 Novembre 2017.

Elia Stupka

Chief Analytics Officer - SVP, Life Sciences Business per Health Catalyst Inc.

Cresciuto in provincia di Belluno, a sedici anni vince una borsa di studio che lo porta allo United World College di Duino. Da lì prosegue il suo percorso di studi e ricerche fra York, Cambridge e Singapore. A 34 anni torna in Italia per fondare l’Unità di Funzione del Genoma del Centro di Genomica Traslazionale e Bionformatica del San Raffaele di Milano. Dal 2017 è Senior Director Data Science & Bioinformatics del Dana-Farber Cancer Institute, istituto oncologico della Scuola di Medicina di Harvard.
Nell’ottobre 2018 ha accettato una nuova sfida e diventata Chief Analytics Officer per Health Catalyst Inc., un’azienda in fortissima crescita che gestisce i dati di circa 100 milioni di pazienti.

Loretta Falcone

scienziata e Smart Locus data scientist

Laureata in Matematica alla University of California a Los Angeles, a 23 anni Loretta Falcone diviene scienziata della NASA, occupandosi di Jet Propulsion e Machine Learning. Da circa vent’anni vive in Italia, dove segue i progetti di ricerca della Smart Locus Inc., una start up americana nel settore dell’efficienza energetica per gli edifici. La sua è una storia fatta di eclettismo e coraggio, che l’hanno portata a credere nei suoi studi nonostante gli ostacoli incontrati prima alla NASA col suo modello sul moto “a capriole” di un pianeta, inizialmente screditato e poi rivelatosi effettivamente corretto e infine in ambito medico, dove i suoi studi e le sue ricerche l’hanno condotta a scoprire, nonostante lo scetticismo iniziale nei confronti della sua diagnosi, una patologia potenzialmente cronica chiamata P.A.N.D.A.S.

Claudio Tuniz

Scienziato dell'ICTP di Trieste, del Centro Fermi di Roma e del Centro di Scienze Archeologiche in Australia

È stato Assistant Director dell’ICTP (Centro Internazionale di Fisica Teorica Abdus Salam), Direttore della Divisione di Fisica presso l’ANSTO (Organizzazione Australiana per la Scienza e la Tecnologia Nucleare) e Consigliere Nucleare della Missione Permanente australiana presso le Nazioni Unite di Vienna. Come scienziato dell’ICTP e del Centro Fermi di Roma, attualmente coordina il progetto S.A.P.I.E.N.S, in cui si promuovono i metodi fisici avanzati negli studi sulle origini umane. Sul piano divulgativo ha pubblicato La scimmia vestita. Dalle tribù di primati all’Intelligenza Artificiale (con P. Tiberi Vipraio, Carocci, 2018), Homo sapiens: una biografia non autorizzata (con P. Tiberi Vipraio, Carocci, 2015), L’atomo inquieto (Carocci, 2014), La scienza delle nostre origini (con G. Manzi e D. Caramelli, Laterza, 2013) e I lettori di ossa (con R. Gillespie e C. Jones, Nature/Springer, 2010).

Massimo Russo

Giornalista, direttore della divisione digitale gruppo editoriale GEDI

Inizia a lavorare nel 1991 nei quotidiani Finegil del gruppo Espresso. Nel 1999 è tra i fondatori di Kataweb. Dal 2013 al 2015 è direttore di Wired Italia e successivamente condirettore del quotidiano La Stampa con direttore Maurizio Molinari. Da luglio 2016 è Direttore della Divisione Digitale del Gruppo Espresso, oggi gruppo editoriale GEDI. Fa parte della commissione parlamentare per la stesura di una Carta dei Diritti di Internet ed è stato l’ultimo giornalista ad intervistare Gianroberto Casaleggio prima della sua scomparsa.

Federica Rosellini

Attrice

Trevigiana, si diploma all’accademia del Piccolo Teatro di Milano con Luca Ronconi, assieme al quale debutta e per il quale poi si cimenta come assistente alla regia. Dopo aver recitato nei teatri di tutta Italia esordisce al cinema e nel 2017 interpreta il ruolo della protagonista nella pellicola “Dove cadono le Ombre”, film per il quale riceve il premio di “Attrice Rivelazione” alla Mostra del Cinema di Venezia 2017. Nel 2018 riceve il premio “Hystrio Mariangela Melato”. Diplomata al Conservatorio di Rovigo in Teoria e Solfeggio Musicale, unisce la passione per la recitazione e la regia con quello per la musica.

Pier Mattia Avesani

Fondatore di Uqido, imprenditore nel campo della virtual reality e della realtà aumentata

“La coda non è dovuta allo squilibrio tra il numero di persone che richiedono un servizio e il numero di operatori che lo offrono, è dovuta all’assenza di lungimiranza”. È da questa riflessione che Pier Mattia Avesani – informatico Veronese classe ’86 – crea Uqido, una società che ha dato vita a un sistema in cui “è la tecnologia a fare la coda”. La start up si fonda su un logaritmo brevettato nel 2009 che processa le richieste di appuntamento e programma il servizio allo sportello, andando a ovviare il problema delle code. UQIDO oggi conta una quarantina di dipendenti che si occupano di Software Engineering e ha collaborazioni con ENI, Audi, Crédit Agricole, IKEA, Dainese, e WWF.

Laura Dal Corso

Professoressa di Psicologia del lavoro e delle Organizzazioni all’Università di Padova

Professore Associato all’Università di Padova, dove insegna Metodologia della ricerca-azione, Psicologia del lavoro e delle organizzazioni e Gestione delle risorse umane. Dirige il master di secondo livello in Valutazione, formazione e sviluppo delle risorse umane – Analisi organizzativa e interventi, prevenzione del rischio. I suoi principali ambiti di ricerca riguardano la prevenzione del disagio lavorativo e dello stress correlato, l’umanizzazione dell’assistenza e della cura e qualità dei servizi sanitari, con particolare attenzione alla valorizzazione della persona. Ricopre la carica di Segretario dell’Ordine degli Psicologi del Veneto.

Daniele “IcePrinsipe” Paolucci

Campione di eSports

Originario di Roma, è un ragazzo col calcio nel sangue. Inizia a praticarlo fin da bambino e cresce nelle giovanili della società giallorossa. Parallelamente, come molti suoi coetanei, si appassiona ai videogames. A 18 anni, persa per strada la motivazione, decide di smettere con il calcio, cimentandosi nel tennis e nel kick-boxing. Qualche anno fa l’incontro con un pro player italiano di Fifa – il gioco per console di calcio – ha segnato un passaggio fondamentale nella sua vita. Da quel giorno la passione per la Playstation, iniziata quasi per caso all’ètà di sei anni, è diventata la sua professione. Oggi “IcePrinsipe” – questo è il suo soprannome nel mondo di Fifa – è uno dei maggiori talenti emergenti del panorama eSports internazionale. Contro ogni pronostico si è portato a casa l’Europeo di Fifa17 ed è giunto in semifinale al Mondiale di Berlino.

Thomas De Gasperi

fondatore di Mkers e cantante degli Zero Assoluto

Thomas De Gasperi raggiunge la fama internazionale assieme a Matteo Maffucci, col quale dà vita al gruppo musicale “Zero Assoluto”, gruppo che conquista il doppio Disco Platino nel 2005 con Semplicemente e partecipa diverse volte al Festival di San Remo. Thomas però è anche uno dei massimi esperti in italia di esport, passione che lo porta a fondare il club Mkers che allena e gestisce diversi top player mondiali di diversi videogiochi fra cui Daniele Paolucci, campione europeo di Fifa 2017 e vicecampione mondiale di Fifa 2018.

Francesco Morace

Sociologo e Fondatore di Future Concept Lab

Sociologo e saggista, Francesco Morace lavora da più di 30 anni nell’ambito della ricerca sociale e di mercato. E’ Presidente di Future Concept Lab e ideatore del Festival della Crescita. Consulente strategico di Aziende e Istituzioni a livello internazionale, dal 1981 tiene conferenze, corsi e seminari in molti paesi dell’Europa, dell’Asia, del Nord e del Sud America.
Docente di Social Innovation al Politecnico di Milano, è autore di oltre 20 saggi, tra cui i recenti “Futuro + umano. La sfida irrevocabile tra intelligenza artificiale e umana originalità” (2018), “Crescere. Un Manifesto in dodici mosse” (2017), “ConsumAutori. I nuovi nuclei generazionali” (2016); “Crescita Felice. Percorsi di futuro civile” (2015), “Italian Factor. Come moltiplicare il valore di un Paese” (2014), tutti per i tipi Egea.
Partecipa dal 2014 alla trasmissione radiofonica Essere e Avere di Radio24 con la rubrica settimanale ”Il ConsumAutore”. Cura rubriche dedicate ai Trend su diverse testate, tra le quali Adv, Mark Up, Millionaire.

Filippo Cavallarin

Hacker

CEO & Co-Founder di Segment Srl, Filippo è uno dei massimi esperti in ambito di ciber security security e software development. Si appassiona all’informatica sin dall’adolescenza, dedicandosi allo sviluppo di algoritmi. In lui vive una curiosità fondamentale in questo ambito che l’ha portato a balzare agli onori della cronaca per una scoperta fatta quasi per caso: una falla in Tor – un sistema crittografato di comunicazione digitale – che avrebbe potuto determinare una fuga di dati personali non indifferente. Filippo ha deciso di non divulgare l’algoritmo rivolgendosi direttamente alla società madre di Tor, la quale ha provveduto a “rattoppare” subito la falla. L’hacker non è nuovo a queste scoperte: in passato aveva già lavorato nella penetrazione di network segnalando vulnerabilità nei sistemi di Mac OS X, Microsoft RDP, SquirrelMail e molti altri.

Chiara Biasi

ex pallavolista, testimonial AIDO

Nata a Conegliano, appassionata di pallavolo fin da bambina, Chiara raggiunge fin da giovanissima grandi risultati a scuola e nello sport. A quattordici anni è tra i migliori prospetti del volley italiano, quando trascina la sua squadra alle finali nazionali di categoria e vince il premio di miglior giocatrice del torneo. Dopo uno stage in Nazionale la strada verso il professionismo sembra segnata, ma fra lei e il sogno di giocare in nazionale si intromette un incontro che le cambierà la vita, quello con la diagnosi di insufficienza renale cronica IRC) e la dialisi. A 18 anni, poco prima della maturità, il primo trapianto di rene; una seconda operazione prima di un altro episodio importante della sua vita: perché nonostante la malattia la vita di Chiara continua in modo non normale, ma straordinario. Oggi chiara è testimonial per l’AIDO (Associazione Italiana per la Donazione di Organi) nelle campagne di sensibilizzazione nelle scuole e sta lavorando per realizzare un cortometraggio sul tema della malattia renale.